Vacanze low cost in Toscana, prenota l'estate del 2018 con offerte last minute

La Pasqua in Toscana, offerte Last minute

La Pasqua in Toscana un periodo religioso ma non solo ...

Storia (Pasqua in Toscana)
La Pasqua è la ricorrenza più importante del calendario liturgico della Chiesa Cattolica e delle altre Chiese cristiane. Celebra la Risurrezione di Gesù avvenuta tre giorni dopo la sua morte in croce. La festa della Pasqua cristiana non ha una data fissa, viene celebrata di anno in anno nella domenica successiva al primo plenilunio seguente all'Equinozio di Primavera (il 21 marzo). La sua ricorrenza è compresa tra il 22 marzo ed il 25 aprile. Infatti, se proprio il 21 marzo è di luna piena, e questo giorno è sabato, sarà Pasqua il giorno dopo (22 marzo); se invece è domenica, il giorno di Pasqua sarà la domenica successiva (28 marzo). D'altro canto, se il plenilunio succede il 20 marzo, quello successivo si verificherà il 18 aprile, e se questo giorno fosse per caso una domenica occorrerebbe aspettare la domenica successiva, cioè il 25 aprile. La Pasqua è preceduta da un periodo della durata di quaranta giorni, la Quaresima, che inizia con il Mercoledì delle Ceneri. L'ultima settimana di Quaresima é la Settimana Santa, comincia con la Domenica delle Palme, che ricorda l'ingresso di Gesù in Gerusalemme; in questa occasione il figlio di Maria e Giuseppe fu accolto dalla folla che agitava, in segno di saluto, delle foglie di palme. Per questo motivo nelle chiese cattoliche, durante questa domenica, vengono distribuiti ai fedeli dei rametti di olivo benedetto (segno della passione di Cristo). Durante il Giovedì Santo si celebra la Messa con cui si ricorda la lavanda dei piedi e vengono "legate" le campane (le campane non possono suonare dal Gloria della messa del giovedì sera al Gloria della Veglia di Pasqua). In questo giorno è inoltre tradizione, non certificata dalla dottrina, compiere il suggestivo giro delle sette chiese, andando ad adorare i sepolcri allestiti in sette chiese vicine. Il Venerdì si svolge, tradizionalmente, la Via Crucis per le vie dei paesi, con questa si vuole ricordare la Passione di Cristo. Il Sabato Santo, unico giorno dell'anno in cui non si amministra la Comunione, è incentrato sull'attesa della solenne Veglia di Pasqua che si celebra fra il tramonto del sabato e l'alba della domenica. Inoltre il Sabato Santo è l'unico giorno dell'anno senza alcuna liturgia, ed è perciò detto "aliturgico".