Vacanze low cost in Toscana, prenota l'estate del 2018 con offerte last minute

Il capodanno in Toscana, con le offerte degli agriturismi di fine anno

Quest'anno il Capodanno in Toscana si prepara ad essere un evento di primaria importanza.

La Toscana grazie ai numerosi eventi per il capodanno sarà una delle regione più visitate.
Molti gli eventi speciali per il Capodanno in Toscana, alcuni suggerimenti:

Capodanno a Siena (Toscana), luoghi da visitare

Gli eremi Agostiniani ed il tunnel del Granduca: a 10 minuti da Siena, nella fitta foresta del Lago, un salto nel passato alla ricerca di due eremi (monasteri) Agostiniani: vi proponiamo una visita all'eremo di Lecceto, luogo di grande raccoglimento e meditazione, alla grotta dell'eremita, all'eremo di San Leonardo, con i suoi stupendi affreschi, opera di Lippo Vanni ed per finire una passeggiata attraverso il tunnel del Granduca, un'incredibile passaggio sotterraneo, costruito più di due secoli fa per bonificare la vicina palude di Pian del Lago.

Tutti in Valdorcia: c'è un paese in Toscana, in cui la piazza pricipale è costituita da una grande vasca rettangolare ricolma di acqua termale, che esce dal sottosuolo alla temperatura di 42 °C; spostandovi da questo paese affascinante, che si chiama Bagno Vignoni, potrete visitare l'antico borgo di Vignoni Alto, il castello di Ripa d'Orcia, che domina dall'alto le gole d'Orcia e scendendo lungo il fiume, arrivare fino alle rovine del ponte medievale e poi, tornati a Bagno Vignoni, potrete fare un bel bagno caldo presso le Terme.

Da Montalcino a Sant'Antimo: dalle terre del Brunello una bella gita a piedi vi porterà a Castelnuovo dell'Abate, un piccolo paese con una magnifica vista sul Monte Amiata, la cima più alta della provincia senese. Dopo, la semplice passeggiata attraverso il passo del Lume Spento, vi porterà al piccolo paese di Villa a Tolli, procedendo verso la splendida e verdeggiante valletta dove si trova l'abbazia di Sant'Antimo, così preziosa con il suo travertino e l'onice ed importante centro di potere temporale e spirituale nel Medioevo.

Attrvarso il famosissimo Chianti: una deliziosa passeggiata nella zona chiantigiana, partendo dal secolo XVIII con la villa di San Donato in Perano, per arrivare al castello di Meleto. Vi consigliamo di visitare Vertine, un piccolo paesino fortificato, la chiesa romanica di Spaltenna, semplice e stupenda ed altri luoghi tipicamente "chiantigiani". Infine, dopo la visita al castello di Meleto, costruito nel Medioevo, ma dagli interni restaurati nello stile tipico del secolo XVIII, è d'obbligo fermarsi ad assaggiare il famosissimo vino DOC e DOCG prodotto in zona.

Castelvecchio di San Gimignano: conoscete le torri di San Gimignano? Sicuramente! Siete mai stati a Castelvecchio, un antico borgo medievale, oggetto per secoli di aspra contesa tra San Gimignano e Volterra? Probabilmente no! Questa è dunque la vostra grande opportunità per visitare questi luoghi così immersi nella storia: una piacevole camminata che includa nel proprio itinerario la campagna attorno San Gimignano e la visita ad altri piccoli paesi quali San Donato e Montauto.

Pre gli amanti della natura proponiamo un Capodanno in Garfagnana!

E’ una regione che si trova nella provincia di Lucca ed è compresa tra le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco Emiliano. Attraversata dal fiume Serchio è costituiata per lo più da un comprensorio di boschi e piccoli borghi.

Il centro principale è Castelnuovo Garfagnana al quale si affiancano poi i comuni di Camporigiano, Castiglione, Minucciano,Gallicano, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana e Villa Colemandina.

Castelnuovo Garfagnana
E’ il vero e proprio centro della Garfagnana, vanta una popolazione di circa 6.060 abitanti e le sue frazioni sono:Antisciana, Cerretoli, Colle, Gragnanella, La Croce, Metello, Monteperpoli, Monterotondo, Pallerososo, Rontano e Stazzana.

La particolarità di questo luogo è il fatto di essere diviso in “rioni” alcuni di antica costruzione, altri più recenti ma ben annessi a quelli più antichi.

Rione del Centro: di questo fa parte tutto il borgo fortificato, interessante perghè è proprio qui che sono situati alcuni dei monumenti più caratteristici dalla città come la Rocca Ariostesca, il Duomo dei Santi Pietro e Paolo e il Palazzo Comunale.

Rione Santa Lucia: va da Porta Miccia a Porta di Castruccio. All’interno troviamo il Teatro Comunale “Vittorio Alfieri” e il “Convento di S.Francesco”.

Rione S.Antonio: dove si trova appunto la chiesa di S.Antonio.

Rione della Madonna: Ospita la chiesa della Beata Vergine e ingloba via della Barchette, bia caratteristica che ha forma incavata.

Rione del Crocifisso: rimangono oggi soltanto pochi elementi architettonici che attesterebbero l’esistenza di un’antica chiesa, la Chiesa del Crocifisso.

Rione S.Carlo: dove si trova l’omonimo oratorio.

Rione Torrite: ormai parte integrante di Castelnuovo.

Rione Santa Maria: a carattere prettamente residenziale, è quello di recente costruzione.