Pistoia: Itinerario Porta Franca.

Vacanze a Pistoia e provincia, per gli amanti della natura



Orsigna (m' 806): d'origine del paese risate alla fine del XVII secolo quando il Mons. Vescovo De Ricci, volendo edificare una chiesa come centroaggregante delle numerose borgate, scelse il ripiano selvoso, detto "Pian del Sartino", come il luogo più adatto. Non è ancora chiara l'origine del nome del paese, sembra infatti che possa derivare sia dal cognome di un'importante famiglia di proprietari terrierí (Orsíni) che dai toponími locali derivati dalla presenza, in epoca remota, degli orsi appenniníci. Oggi il paese costituisce il punto di partenza di molti itinerari che si snodano all'ínterno dell'omonima vallata e che collegano il versante toscano con quello bolognese. Tutta la zona rappresenta un raro esempio di Tipico paesaggio appenninico, dove l'íntervento dell'uomo non ha prevarícato le caratteristiche ambíentali mantenendo ínalterata la conformazíone morfologica dell'intera vallata.

Superata la piazza dei paese di Orsigna si segue la strada asfaltata per circa 2 chilometri fino a raggiungere il bivio nei pressi della borgata di Case Corrieri (m.975). Lasciata l'auto si prende la strada sterrata e si comincia a salire inoltrandosi nel bosco. Superata la sbarra della Comunità Montana in località "il salatoio", dopo alcuni strette curve, è possibile rifornirsi di acqua ad una fontanina. La strada sterrata si sviluppa in una serie di tornanti per circa 6,5 chilometri attraversando un fitto bosco di faggio. Lungo la strada, nei pressi di una curva a gomito (ottimo panorama sulla vallata) c'è una deviazione (sentiero CAI n.35 A per il rifugio di Portafranca) per la sorgente della "fonte dello spirito".

Conviene rimanere sulla strada sterrata che continua a salire costantemente per altri 2 chilometri. Un breve tratto pianeggiante taglia il versante scendendo lentamente alla località di Pian Grande, radura destinata a pascolo, nelle vicinanze di un rifugio di proprietà della Comunítà Montana. Da qui prendendo il sentiero CAI n.35, si sale rapidamente, in poche decine di minuti, al rifugio di Porta Franca.

Rifugio Porta Franca: situato a 1580 metri di quota nell'alta valle del torrente Orsígna, il rifugio è in concessione al C.A.I. di Pistoia. Dispone di numerosi posti letto, stanze di soggiorno, cucina, servizi. All'estemo è possibile rifomirsí d'acqua e ricovero sempre aperto. Per informazioni Club Alpino Italiano sez. Pistoia teL 0573 - 490338. Dal rifugio imboccando il sentiero CAI n.5 è possibile raggiungere il crinale appenninico e quíndí, seguendo il sentiero CAI 0 - 0 raggiungere il Corno alle Scale e il lago Scaffaiolo, oppure scendere alla Maceglia e alla Casetta Pulledrari.

Vacanze low cost in Toscana, prenotare l'estate 2016 con offerte last minute